Jolly Phonics è un divertente metodo utilizzato già dagli anni '70 per insegnare a parlare e leggere in inglese attraverso la fonetica, e sta prendendo piede efficacemente anche in Italia.

Tale metodo punta a far apprendere i 42 suoni della lingua inglese attraverso un procedimento multisensoriale.

I suoni vengono insegnati secondo un ordine particolare, e non alfabeticamente, in modo da favorire l’acquisizione di 5 competenze fondamentali di base:

  1. Imparare i suoni prodotti dalle lettere.

  2. Imparare la formazione delle lettere.

  3. Identificare i suoni nelle parole.

  4. Imparare ad unire insieme i suoni per formare le parole "blending".

  5. Tricky Words ovvero tutte quelle parole che non seguono le regole fonetiche e che devono essere memorizzate.

I 42 fonemi sono divisi in 7 gruppi: 

  • primo gruppo (s, a, t, i, p, n),

  • secondo (c k, e, h, r, m, d),

  • terzo (g, o, u, l, f, b),

  • quarto (ai, j, oa, ie, ee, or),

  • quinto (z, w, ng, v, oo, oo),

  • sesto (y, x, ch, sh, th, th)

  • settimo (qu, ou, oi, ue, er, ar)

 

Già dopo il primo gruppo di fonemi il bambino sa leggere e scrivere sotto dettatura diverse parole di senso compiuto come sat, tin, ant, nap, pin, cosa che non potrebbe altrettanto fare con le prime sei lettere dell’alfabeto. Ogni grafema e fonema viene presentato ai bambini con l’ausilio di canzoni, giochi, storie e movimenti del corpo in modo che vengano interiorizzati più facilmente.

 

Per maggiori informazioni sui corsi o circa il metodo di insegnamento Jolly Phonics potete inviare una mail a info@bilingual-education.it.